si-deve-ancora-aspettare-dice-la-nasa_352967

La luce a noi uomini ha suscitato sempre curiosità, ai fisici è attribuita la sua analisi, scoprendone la sua natura e sopratutto la sua velocità, ritenuta la più alta che quansiasi corpo nel nostro universo potrà mai raggiungere. Tale limite ha fatto si che essa è una costante, e come tale può essere usata come unità di misura sia per definire il tempo e misurare le distanze cosmologiche.

E’ assai più conveniente dire che la stella a noi più vicina e di circa 4 anni luce e non indicarla come 400000000000000 km.

La velocità della luce, è indicata con la lettera c vale:

20150724_113036

La velocità massima che l’uomo spinge le sonde all’ esplorazione dello spazio sono dell’ordine:

20150724_114956

Ovvero, siamo circa 40000volte più lenti di essa,

equivale a calcolare che la distanza che noi percorriamo in 4 anni la luce la percorre in 10 ore.

Il 14 luglio 2015 una nostra sonda spaziale ha raggiunto Plutone dopo un viaggio di 9 anni, i raggi di luce che partono dalo Sole raggiungono il pianeta in circa 5 ore.

Annunci